Social Network: quale scegliere per il mio Business?

Il mondo del web è un complesso ecosistema di piattaforme differenti, ma tra loro fortemente intrecciate, nate per destinarsi ad attività, pubblici e obiettivi complementari. Non a caso molte di esse fanno parte della stessa famiglia, come ad esempio Instagram e Facebook.

Oggi sono moltissime le aziende e i professionisti che scelgono di dedicare una parte del loro tempo alla cura dei loro canali social, per raggiungere novi clienti, raccontare i proprio servizi ed incrementare le proprie vendite. Ma non ogni piattaforma è giusta per ogni business.

Comprendere quali sono i social più adatti al proprio business non è così scontato. Gli elementi chiave che aiutano un imprenditore a capire su quale piattaforma puntare sono 3:

  • settore: istituzionale, artistico, business, etc.
  • target: qual è il pubblico al quale mi rivolgo?
  • obiettivo: a cosa punta la mia attività online?

Andiamo a vedere nel dettaglio le 4 principali piattaforme, per capire quella che più può fare al caso tuo.

quale social network scegliere

Facebook

Facebook è considerato un importante punto di riferimento online. Non a caso conta 2,27 milioni di utenti ogni mese (dato wearesocial.com). Gli strumenti che mette a disposizione per le aziende sono molti, e alla portata base di tutti, con un funzionalità primarie delle sue pagine molto simili a quelle di un classico profilo.

Facebook ti permette innanzitutto di creare una pagina dove far atterrare clienti, potenziali clienti,  fornitori e chiunque ruoti attorno alla tua attività.

Se sei un negozio ti permette inoltre di inserire il catalogo, con prezzi, taglie e scoutistiche, e se sei un professionista che offre servizi, mette a disposizione una dettagliata agenda direttamente in Homepage per far prenotare ai tuoi clienti appuntamenti con molta facilità.

La piattaforma è ideale per ogni tipologia di azienda, o almeno il semplicemente “esserci“, per aumentare la propria autorevolezza con clienti e potenziali partner, ma anche la propria indicizzazione online (un luogo in più dove essere trovati).

Sicuramente è essenziale per negozi, luoghi fisici di ogni tipo, aziende, palestre, centri di formazione, ma anche per professionisti, con un adeguato piano di comunicazione che possa essere definito, coerente e mai banale.

Il target di riferimento principali su Facebook sono principalmente gli over 25, dai millenials alle persone anziane che si sono sempre più digitalizzate per restare in contatto con il mondo. Fondamentale è però per qualsiasi business comprendere e intercettare il proprio pubblico, e non è solo una questione legata all’età.

Instagram

Instagram è il social network del fashion, del luxury, del travel… ma non solo! Instagram è la piattaforma per raccontarsi e raccontare il proprio business attraverso le immagini, e lo si può fare in qualsiasi settore, basta mettere un piccolo tocco di creatività e capire cosa interessa al nostro pubblico.

Instagram, che appartiene alla stessa famiglia di Facebook, permette ad aziende e professionisti di creare account business (collegando un account semplice alla propria pagina Facebook), dal quale è possibile osservare i dati sulla propria esperienza online, come target raggiunto, numero di persone che hanno visualizzato i nostri contenuti e molto altro.

Una cosa fondamentale quando parliamo di Instagram è avere una visione coesa di tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione: stories, feed, ma anche del profilo stesso. 

In alcuni casi l’obiettivo del nostro profilo può essere quello di aumentare semplicemente il numero di followers e likes, per incrementare la nostra brand reputation, senza vendere nulla sulla piattaforma. Ma nella maggior parte delle situazioni, puntiamo a far in modo che le persone visitino il nostro profilo, clicchino sul link in bio, e scoprano il nostro mondo. Avere un profilo curato, pulito e professionale, al di là dei singoli contenuti, è quindi fondamentale: è lo step finale prima del clic.

Il target di Instagram sono per lo più persone appartenenti dalla fascia under 45, fino ai teenagers, ma anche in questo caso è importante capire a chi ci rivolgiamo: Instagram è il regno delle nicchie che, al contrario di Facebook, non sono chiuse.

LinkedIn

LinkedIn è la piattaforma dei professionisti e punta sopratutto su condivisione di informazione e personal branding.

La prima cosa da tenere in considerazione è avere un profilo curato e indicizzato per la piattaforma. LinkedIn fa parte del network di Google, e il proprio profilo e contenuti possono essere indicizzati anche su Google Search. Con il proprio profilo è possibile raccontare il primis le proprie esperienze professionali, e successivamente anche condividere consigli nel proprio settore di business, entrare in contatto con professionisti per eventuali collaborazioni e farsi notare, con sbocchi in ambito lavorativo, di formazione e consulenza.

Un plus è la possibilità di scrivere dettagliati articoli, per condividere informazioni in maniera più approfondita, e diventare così un punto di riferimento del proprio settore.

E per le aziende? Esserci, lo abbiamo detto, è sempre molto importante. Negli ultimi mesi del 2019 LinkedIn ha inoltre introdotto l’opportunità di invitare i proprio collegamenti a seguire le proprie pagine aziende, trasformandole in un hub importante per poter condividere contenuti professionali, spesso relegati solamente al sito web, a stakeholder e partner.

Target:  professionisti come noi.

YouTube

Altro membro del gruppo Google, anch’esso è un Social Network che punta sulla propria brand reputation, e può essere una vera e propria fonte di guadagno. Chiunque ha un account google ha automaticamente anche un canale YouTube, dove è possibile insieme descrizione, collegamento ai social e al sito, immagine del profilo e di copertina. Un ampia piattaforma per entrare in contatto con il mondo intero. E’ la piattaforma principe dei content creators (comunemente noti come Youtubers) ma utile anche per altri tipi di business.

Principalmente, i profili che possono essere maggiormente interessati a YouTube sono professionisti che vogliono dedicarsi all’ambito formazione, chi lavora nel campo artistico (musicale, illustrativo, teatrale e cinematografico), e chi opera nel campo fitness. Ma su YouTube è possibile trovare nicchie di ogni tipo, con le quali entrare in contatto, sviluppare idee e creare nuovi contenuti.

Target: ampissimo, ma bisogna capire bene come intercettarlo perché i canali sono davvero tantissimi.

Hai individuato qual è il social network che fa più al caso tuo?

Spesso partire in autonomia non è così semplice. Se hai bisogno di più strumenti per capire dove e come raccontarti, puoi scoprire ancora di più su CoRo Comunica!

WhatsApp WhatsApp